Alla scoperta dei Tempi di Angkor in Cambogia: cosa vedere e come ottenere il visto

Patrimonio dell’UNESCO, i Tempi di Angkor sono una tappa imperdibile per chi si reca in Cambogia: ecco come ottenere il visto e programmare il viaggio.

La Cambogia è una delle destinazioni più suggestive del Sudest asiatico, una terra ricchissima di scenari naturali, architetture, templi e monumenti che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita.

Partendo dall’Italia, o da un altro Stato dell’Europa, per poter varcare i confini nazionali per finalità turistiche è indispensabile dotarsi del passaporto e del visto obbligatorio, documento che permette di muoversi sul territorio e assorbirne la straordinaria cultura.

I Templi di Angkor sono senza dubbio una delle tappe imperdibili per chi sceglie di organizzare un viaggio in questa terra suggestiva e misteriosa, un complesso archeologico costruito durante l’Impero Khmer che rappresenta una delle mete più visitate dai turisti di tutto il mondo.

I Tempi di Angkor, un mondo di storia e cultura

I Templi di Angkor, antica capitale dell’Impero Khmer, coprono un’area di oltre 400 km² e dal 1992 rientrano ufficialmente tra i patrimoni dell’UNESCO. Un insieme di strutture impressionanti sia per le dimensioni sia per l’architettura e le decorazioni, che possono essere “lette” facendo riferimento alla simbologia induista.

Uno dei tempi più celebri è l’Angkor Wat, un edificio da record considerando che rappresenta la struttura religiosa più grande del mondo. Si caratterizza per la presenza di una serie di gallerie concentriche, torri e cortili sontuosi, tutto circondato da un fossato.

Non tutti sanno che Angkor Wat è stato costruito nell’arco di soli 32 anni, dedicato al culto buddista e ancora oggi simbolo nazionale di grande valore, tanto da essere raffigurato sulla bandiera cambogiana.

Oltre ad Angkor Wat, il sito comprende anche il Tempio Bayon e il Ta Prohm, la cui caratteristica peculiare è data dalle radici dei grandi alberi secolari che si addentrano all’interno degli stessi santuari.

Visto Cambogia, cos’è e come ottenerlo

Come accennato sopra, per recarsi in Cambogia si è tenuti a richiedere un visto obbligatorio, autorizzazione di viaggio introdotta dal Ministero degli Affari Esteri cambogiano. Fortunatamente i turisti che vogliono rimanere nel Paese per meno di 30 giorni possono richiedere Il visto Cambogia  interamente online, senza contattare l’Ambasciata cambogiana e soprattutto senza dover rispettare lunghissime liste d’attesa.

Per quanto concerne la validità del visto Cambogia, inoltre, si estende per 90 giorni ma il periodo di soggiorno autorizzato è di 30 giorni, a decorrere dall’approvazione della richiesta da parte del Dipartimento per l’immigrazione. Ogni visto, inoltre, consente un solo ingresso in Cambogia ed è possibile entrare e uscire dal Paese soltanto durante il periodo di validità di 90 giorni.

Per poter superare i controlli e sbarcare senza difficoltà è indispensabile essere in possesso sia del passaporto, che deve avere validità residua di almeno 6 mesi, sia di due copie stampate del visto da consegnare al momento dell’arrivo e in occasione della partenza al termine del periodo di soggiorno.

Come richiedere il visto Cambogia

Rivolgendosi al servizio offerto da un’agenzia di visti professionale, è possibile richiedere online il visto per la Cambogia e ottenere il rilascio entro circa una settimana, semplicemente collegandosi alla piattaforma ufficiale operativa 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, anche nei fine settimana e nei giorni festivi.

La procedura di richiesta consiste in tre semplici step:

  • si compila il modulo di richiesta per il visto Cambogia;
  • si effettua il pagamento online pari a 59,95 € a persona, richiesto anche per i bambini;
  • si carica una fototessera e una scansione del passaporto dei passeggeri;
  • si attende la ricezione del visto via e-mail, spedita entro pochi giorni.

In caso di richiesta urgente è sempre possibile versare un costo aggiuntivo e ottenere il visto in soli 3 giorni lavorativi.

(Visitato 14 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter