…già dagli inizi del 1900 una “casina” nella località chiamata Bruniol, costituita da un fienile con sottostante una stalla e una stanzetta adibita a cucina. Per molti anni , qui si svolgeva l’alpeggio: durante l’estate, da giugno a settembre, le mucche dei proprietari, da Molveno venivano trasferite qui, dove non mancava il fresco foraggio dei pascoli circostanti.Nel dopoguerra, lentamente, l’attività di allevamento è andata estinguendosi e nella zona del Bruniol, non più curata ed utilizzata come pascolo, il bosco ha avuto il sopravvento. La casina, rimasta abbandonata, si è ridotta a un rudere.

Nel 1990, Fausto ha realizzato un sogno: quello di sistemare la struttura che era stata dei suoi avi e, non senza poche difficoltà, ha intrapreso i lavori di ristrutturazione e rifacimento del manufatto e pulizia del bosco.
E così nel 1991 è nata la “Casina Bruniol”, baita con attività di ristoro con apertura stagionale estiva, gestita da Fausto e la sua famiglia.
I lavori di miglioria che si sono succedute nel corso degli anni, hanno reso il posto ancora più funzionale e rispondente alle esigenze ricettive.
Dal 2004 la gestione è passata al figlio Massimo che ha incentivato l’attività, ampliandola anche alla stagione invernale. Ora si offre agli ospiti la possibilità di arrivare sul posto anche col gatto delle nevi!

(Visitato 77 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)