5 cascate italiane da non perdere

Le cascate sono una bella idea per bagnarsi e rinfrescarsi senza andare al mare. Tutto sta a vedere se con questo caldo hanno abbastanza acqua. Comunque, prima di partire, è bene informarsi sempre. Ecco i nostri suggerimenti.

Lombardia  – Cascata Fermona

Siamo vicino a Varese, nel piccolo territorio di Ferrera. Qui si trovano le Cascate  Fermona a pochi chilometri dalla Svizzera.  Sono  tre cascate in successione, la prima di oltre trenta metri con, in fondo, una vasca perfetta per rilassarsi. Tutto intorno una vegetazione ricca, una scenografia unica! Formata dal torrente Margorabbia, questa cascata  si trova sotto al centro storico dell’abitato. Affollata nel fine settimana…

cascata Fermona

Toscana – Stretti di Giaredo

La bella Lunigiana ci attende con le sue bellezze e le sue bontà. Siamo vicino Pontremoli nell’ultimo paese della Toscana  quello con la Z di Zeri. Il fiume Gordana, aiutato dal vento montano, ha scavato questo stretto dove le parete sono molto alte. L’acqua è profonda in alcuni tratti ed è necessario fare molta attenzione. L’acqua è molto fredda ma bisogna per forza nuotare in alcuni tratti per attraversare questo canyon. Sono gole suggestive ma la cosa migliore sarebbe affidarsi alle escursioni guidate perché la natura può fare brutti scherzi però, vederle, è una cosa da fare.

Toscana – Cascata Acquacheta

Nel cuore dell’Appennino si trovano le cascate dell’Acquacheta, nel Parco delle Foreste Casentinesi. Non sono facilmente raggiungibili, è necessario camminare molto per raggiungerle ma poi non ci si pente. La cascata l’ha  descritta anche  Dante nel XVI canto dell’Inferno. Nel cammino di circa due ore per raggiungerla si incontrano i ruderi dell’antico borgo nella Piana dei Romiti.
Il torrente Acquacheta è il più importante affluente del Montone e prima di raggiungere S.Benedetto in Alpe compie un salto di oltre 70 metri nell’omonima cascata.

cascata da Pixabay

Toscana – Candalla

Sì ancora Toscana perchè questa regione ne offre molte. Ai piedi delle maestose Alpi Apuane il torrente Lombricese va verso Camaiore, per poi raggiungere il mare.  L’acqua a Candalla è fresca ma non fredda e vale la pensa perché ci sono le rovine suggestive di antichi mulini e un rinomato locale: l’osteria di Candalla. Pace e frescura, cosa volere di più?

Capelli di Venere

Campania -Cascata Capelli

Nel cuore del Cilento si trova la cascata Capelli  che ci fa capire come certe volte la bellezza raggiunge e supera le fiabe. Il nome è cascate dei Capelli di Venere di Casaletto Spartano. Si formano  dalle acque del Rio Bussentino e qui le felci Capelvenere creano meravigliose architetture visive.Si respira aria di bosco e l’acqua è fredda… molto fredda! I Capelli di Venere si trovano all’interno dell’Oasi dell’Area Capello dove ci sono sentieri naturalistici per gli amanti del trekking, ponti e strutture. Ci sono diverse cose da vedere come il vecchio mulino i ponticini in legno fatti per raggiungere la cascata e il ponte normanno in pietra che sovrasta la cascata.

(Visitato 6 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice