Cosa fare a Milano in estate

Milano è da visitare con questo caldo? Assolutamente sì perché la città lombarda offre sempre qualcosa di inaspettato. Gli manca il mare e sarebbe perfetta. Gustarsi Milano in estate, specialmente nei fine settimana, quando i milanesi indaffarati si riversano sulle barche o nelle spiagge italiane, Ecco il mio suggerimento.

Si possono fare molte cose e non intendo solo vedere musei e chiese!  Per esempio la Darsena, oppure godere di un panorama unico dalle terrazze dle Duomo o ancora girare in battello sui navigli. Ci avevate mai pensato?

Duomo di MIlano -Foto di Dorinel Nedelcu da Pixabay

In barca sui navigli

I navigli sono la via d’acqua più interessante di Milano. Erano e sono il fulcro di una città che aveva capito come sistemare la viabilità, e non solo, con la loro creazione. Andare in battello sui navigli è un po’ restrò e ci mette a contatto con la vecchia Milano e, l’aria, in movimento, ci rinfrescherà. Pittoreschi angoli della città come la trecentesca Chiesa di San Cristoforo il Vicolo dei Lavandai, il ponte dello “Scodellino”.

Naviglio grande – Foto di alessandra barbieri da Pixabay

Godersi MIlano dal Duomo

Godersi Milano dal Duomo al tramonto è impareggiabile. Le stature silenziose ci accompagnano in questo viaggio che mostra la città vecchia unita a quella più nuova con i suoi grattacieli. Guglie e torri moderne fanno da sfondo a questa nuova visione di Milano in estate. La pietra decorata che maschera lo scarico delle acque piovane mostra tutta la maestria di chi ha voluto costruire questa cattedrale.  La Madunina: tuta d’oro e piscinina simbolo di Milano dal 1774 è lì e ci racconta di questa città laboriosa mentre il sole scende. Il riposo? No, Milano non si ferma mai…

Sant’ Ambrogio – Foto di Dimitris Vetsikas da Pixabay

La vigna di Leonardo

Leonardo da Vinci aveva una vigna a Milano. Ancora oggi la si può visitare. Al suo tempo non era centrale come ora. Infatti siamo in Corso Magenta. Leonardo amava frequentare la sua Vigna oggi nel giardino di Casa Atellani. Fu il Moro a regalare a Leonardo la Vigna( forse gli mancavano le sue colline vitate  toscane) che si trova a due passi .dal Castello, nel sestiere di Porta Vercellina

Tra le altre cose con l’Expo nel 2015 , un  progetto della Facoltà di Scienze Agrarie di Milano fece rinascere la vigna, ripiantando le stesse barbatelle di Malvasia che Leonardo utilizzava secoli fa. Oggi la  Malvasia di Candia Aromatica è pronta per essere gustata.

Liberty!

Il liberty a Milano offre il meglio di sé.  Nella zona di Porta Venezia  ci sono palazzi, giardini, ville, mosaici che vanno solo scoperti. Il ‘900 ha lasciato un segno indelebile fatto fi figure femminili, decorazione floreali, cancellate e tanta sensualità. Palazzo Castiglioni, il primo palazzo liberty milanese, Casa Berri-Meregalli, Casa Galimberti, interamente rivestita con ceramiche decorate,. E ancora Casa Campanini e il magnifico Palazzo dell’Hotel Diana Sheraton, dove c’erano i Bagni Diana la  piscina pubblica di lusso dell’Ottocento.

Questo sono solo alcune delle nostre idee per godere di una Milano diversa ma, la città è talmente “esplosiva” che sicuramente offrirà ancora molto altro!

parco – Foto di Dimitris Vetsikas da Pixabay
(Visitato 11 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice