La cucina giapponese è uno dei molti modi per vivere il Giappone: la sua storia, gli usi e costumi, i suoi profumi, i colori e molto altro. C’è qualcosa che racchiude tutto ciò e che lascerà o ha lasciato un segno indelebile nei cuori e nei palati di tutti i viaggiatori: la cucina locale!

Può sembrare banale, ma per una nazione che è conosciuta principalmente per un paio dei suoi numerosi e gustosissimi piatti non lo è affatto.

Ristoranti in Giappone: Come e quando andare

Siamo fatti al 90% di riso e pesce crudo! Questa è l’immagine con cui noi patiti del Giappone veniamo dipinti. Scopriremo insieme che non solo non è del tutto vero, ma che ci sono numerosissimi piatti che, ahimé, gusteremo soltanto sorvolando il globo per 12 lunghe ore in un autentico ristorante giapponese.

Prima di entrare nel vivo della cucina giapponese, la casa offre gentilmente un assaggio delle curiosità  legate al mondo culinario.

shabu shabu

Shabu Shabu, la migliore tradizione culinaria giapponese

Ristorante in Giappone: regole di base.

Alcune indicazioni per affrontare un ristorante in Giappone seguendo tutte le regole di comportamento:

Rispettate la fila e attendete il vostro turno

All’esterno dei ristoranti in Giappone troverete delle piccole sedie su cui è possibile attendere il proprio turno.

All’esterno dei ristoranti in Giappone troverete delle piccole sedie su cui è possibile attendere il proprio turno. Fate particolarmente attenzione nel sedervi nel posto immediatamente successivo a quello già occupato oppure utilizzate quello che si trova più vicino all’entrata del ristorante. Rispettare la fila e l’ordine con cui essa si viene a creare è fondamentale per non generare situazioni di conflitto.

Lo spazio è tutto in un ristorante in Giappone

La cura maniacale per lo spazio è presente anche nei luoghi di ristoro. Sotto il tavolo o le sedie troverete dei cestini in cui riporre borse, giubbetti, macchine fotografiche e quant’altro possa togliere spazio agli altri commensali.

Aggiungi un posto a tavola

Come descritto nel precedente articolo, trovare dei posti liberi per molte persone è particolarmente difficile, sia per le dimensioni dei locali che per la quantità di clienti che si alternano continuamente. Meglio prendersi del tempo nella ricerca del posto e prenotare se possibile.

Sampuru – Mangiare con gli occhi

Vi è mai capitato di andare al ristorante e di scoprire il vero aspetto e porzioni dei piatti solamente dopo averli ordinati? In Giappone ciò è impossibile.

sampuru

In Giappone saprete sempre quale aspetto avrà il piatto che scegliete. Photo credit: Beatriz.garcia on Visual Hunt / CC BY-SA

All’esterno di ogni locale è possibile osservare una riproduzione (fedele sia nelle proporzioni che nei dettagli) di ogni cibo e bevanda. La riproduzione delle pietanze è considerata una vera e propria arte denominata Sampuru.

Il rapporto dei giapponesi con il cibo

In Giappone il momento del pasto è vissuto come una pura e semplice necessità da soddisfare. Difficilmente verrete ospitati a mangiare a casa di qualcuno.
I ritmi imposti dalla vita lavorativa costringono i giapponesi a rifugiarsi nei numerosi caffè e ristoranti presenti in tutte le città.

Kaiten tokyo

Kaiten Tokyo

Nei kaiten, ristoranti in cui la cucina è visibile, potete ritrovarvi con lo sguardo rivolto verso i cuochi per tutto il tempo del pasto senza mai incrociare quello dei commensali seduti accanto. Un approccio del tutto differente a quello cui siamo abituati.

 

Cucina giapponese: I grandi classici

Sushi

Iniziamo con il piatto più conosciuto e abusato dai ristoranti giapponesi che si trovano in occidente. Il sushi è in realtà una vera e propria esperienza culinaria.
In Giappone potete assaggiare una larga varietà di prodotti ittici accompagnati dal riso. (Da provare con le capesante, l’anguilla e il mentaico (uova di merluzzo, dal sapore molto particolare).

sushi selezione di tonno

sushi selezione di tonno

In alcuni ristoranti potete anche ordinare una selezione di salmone e/o tonno con differenti tagli di carne (dalla più magra alla più grassa).

Tempura

In Giappone esistono ristoranti dedicati alla tempura. Potete scegliere la versione vegetariana (pesce e verdure) o carnivora. In accompagnamento vi sarà servito un ottimo tè caldo al fagiolo rosso, il cui gusto sarà avvertito poco dopo averlo bevuto.

Gyoza

Ravioli alla piastra ripieni di carne. Esistono versioni differenti in base alla zona. Si va dal classico ripieno alla carne, a una gustosissima versione ricolma di porro (sia nel ripieno che nella parte esterna) per giungere a una e vera e propria esperienza in cui la pelle del pollo funge da copertura al ripieno. Da provare!

Gyoza

 

Yakitori

yakitori

yakitori

Spiedini di pollo davvero gustosissimi. Gli yakitori sono composti da pezzetti di pollo o da frattaglie dello stesso infilzati su spiedini di bambù e grigliati, di solito su carbonella.
Di solito è possibile scegliere se farselo preparare salato, oppure con la salsa tare, fatta di mirin, sakè, salsa di soia e zucchero.

 

Takoyaki

Takoyaki con polipetti Hiroshima

Takoyaki con polipetti Hiroshima

Se vi trovate lungo le vie della città di Osaka con poco tempo a disposizione e la fame vi assale all’improvviso non esitate nemmeno per un istante dal provare questo piatto di street food. Queste meravigliose polpettine vi faranno letteralmente innamorare. Al loro interno vi aspetta un polipetto da divorare con cautela, viste le temperature magmatiche con cui vengono servite.

 

Riso al curry

riso al curry

Riso al Curry

Se sei aAttenzione, alcune preparazioni vedono il curry particolarmente piccante

 

Se sei alla ricerca di qualcosa di abbondante e dal sapore intenso, un buon riso al curry è quello che ci vuole. Attenzione, alcune preparazioni vedono il curry particolarmente piccante. Potete notarlo dalla colorazione (più il curry è scuro e più sarà piccante).

Manzo di Kobe

Questa tipologia di carne è particolarmente pregiata e costosa. Non ho avuto la possibilità di assaggiarla personalmente, ma rientra tra i piatti da conoscere e da provare.

 

Shabu Shabu

Shabu shabu

Shabu shabu

Più che un piatto è una vera e propria esperienza culinaria. A disposizione avete un tempo limitato per poter mangiare (1 ora e mezza circa) di tutto. Scegli gli ingredienti che preferisci e siediti a tavola. Troverai una piastra in cui posizionare due contenitori, uno per la preparazione piccante e l’altro per una cottura dal sapore più delicato. Inoltre ti saranno servite delle porzioni di carne che potrai cuocere al momento.

 

Okonomiyaki

È stato amore al primo assaggio. Un piatto de la cucina giapponese che mi sento di consigliare fortemente sia per il gusto, sia per ciò che esso rappresenta. Esistono versioni differenti in base alla zona in cui vi trovate, ma è a Hiroshima che puoi gustarlo in tutta la sua bontà.

okonomiyaki Hiroshima

okonomiyaki Hiroshima

Si racconta che la sua origine derivi dall’esigenza di sostentamento nel periodo successivo al bombardamento, in un momento in cui era fondamentale legare i pochi ingredienti a disposizione tramite l’uso dell’uovo.

Il piatto viene preparato nella cucina e termina la cottura nella piastra posta al centro del tavolo in cui ti troverai a mangiare. Oltre alle classiche bacchette ti sarà fornita una spatola per poter spezzare il preparato e mangiarlo più comodamente.

 

Kamameshi

Un piatto dal sapore leggero e gradevole che deriva da una cucina povera. Servito su una pentola di ferro (kama)  posta su un basamento in legno.

kama meshi

kama meshi

È possibile scegliere se condire il riso con carne, verdura o pesce.

 

Come hai potuto vedere, non di solo sushi vive la cucine giapponese. A rendere il tutto ancora più interessante è il prezzo del tutto accessibile.

Viaggiare significa anche lasciarsi guidare dai sapori locali che un paese orgogliosamente propone. Piatti in cui ritroviamo la storia di un popolo in continuo movimento, che anche a tavola non sa rinunciare alle proprie tradizioni.

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter
Ricevi le ultime novità direttamente nella tua email. Tanti consigli di viaggio ti aspettano!
Si, voglio iscrivermi!
No Grazie!
(Visitato 152 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)