5 luoghi nascosti di Napoli

Impossibile non innamorarsi perdutamente di Napoli: il capoluogo campano offre così tanto dal punto di vista paesaggistico, storico e culinario, che è impossibile non lasciarci il cuore ogni volta che si va in vacanza da quelle parti. Spesso e volentieri, però, gli itinerari maggiormente battuti dai turisti non sono poi effettivamente quelli più belli. Tra l’altro, con l’avvicinarsi delle festività natalizie, Napoli diventa una di quelle città che si riempiono di mille colori, profumi e sapori ed è una delle migliori soluzioni da visitare durante questo periodo dell’anno. Per aggiungere qualche tappa diversa nel vostro itinerario, ecco alcuni luoghi poco conosciuti e misteriosi che meritano senz’altro una visita.

Il disegno di Antonio Cotecchia nel Rione Sanità

Chi ha una sfrenata passione per il calcio, i pronostici serie A e, in modo particolare, per Maradona, non può non passare dal Rione Sanità e, più precisamente, da via Lammatari, dove è presente un meraviglioso disegno di Antonio Cotecchia. Si tratta di un artista di origini campane che ha ritratto Maradona in un’opera emozionante, con la sua tecnica tipica.

Villa Doria d’Angri

Si tratta di una delle più belle e apprezzate ville di stampo neoclassico in tutta la penisola italiana. In questo caso, Villa Doria d’Angri è collocata proprio su una collina di Posillipo. La sua realizzazione avvenne nel lontano 1833, dietro la decisione del principe Marcantonio Doria d’Angri, nell’idea di creare una dimora dover potersi godere lo svago e il divertimento, sempre nel lusso più assoluto.

Tra i punti di forza di questa meravigliosa dimora troviamo certamente terrazzi e giardini che offrono una vista senza eguali, in grado di togliere il fiato. Da notare come Villa Doria d’Angri, nel corso del 1880, ebbe tra i suoi famosi ospiti anche Richard Wagner che, proprio tra queste stanze, portò a termine una delle sue opere più celebri, ovvero “Parsifal”, senza dimenticare come l’ispirazione donata da questi luoghi gli permise anche di scrivere l’autobiografica intitolata “La mia vita”.

Il Parco Vergiliano e Pausylipon

Non è certo una delle attrazioni che vengono inserite più di frequente all’interno delle tratte e degli itinerari turistici, ma va detto che il parco archeologico di Pausylipon è in grado davvero di sorprendere fin dal primo momento. C’è la possibilità di ammirare la bellezza di questo luogo solo ed esclusivamente facendo affidamento su una visita guidata. Non solo, dal momento che è anche piuttosto distante rispetto alle zone centrali, visto che si trova ben oltre Marechiaro con la soluzione del taxi che rappresenta senz’altro il mezzo migliore per raggiungerlo.

Una volta superata la Grotta di Seiano, che si trova in via Coroglio, ecco che si può finalmente raggiungere il Parco Archeologico, da cui si ha una vista meravigliosa sui resti della villa di Pollione, costruita nel lusso più sfrenata e che offre una vista impagabile sul promontorio e sulla baia di Trentaremi. Dal belvedere ivi presenti c’è l’opportunità di ammirare un panorama unico sul mare, con gli isolotti dello Scoglio di Virgilio e della Gaiola che rappresentano le classiche ciliegine sulla torta.

La spettacolare e nascosta Galleria Borbonica

Avete in mente Napoli Sotterranea? Si tratta di un’attrazione conosciuta da tantissime persone, ma in pochi hanno potuto ammirare questa meravigliosa opera denominata Galleria Borbonica. Si tratta di un’opera di ingegneristica veramente impressionante, voluta da Ferdinando II di Borbone nel lontano 1853, con la funzione di collegamento da Palazzo Reale fino a Piazza Vittoria.

Il cimitero delle Fontanelle

Ecco un altro luogo ricco di grande fascino, nonostante la funzione per cui è realizzato. Sono pochi i cimiteri dall’atmosfera così spirituale come quello delle Fontanelle. Non solo, dal momento che è uno dei luoghi più ricchi di leggende e storie meravigliose e sarà senz’altro interessante scoprirle tutte in compagnia delle guide, che condivideranno tutto il loro sapere.

(Visitato 15 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter