8 luoghi dove fare il bagno…lontano dal mare

Il mare bellissimo in Itiala ma spesso affollato specialmente  in luglio e agosto. E allora cosa fare se non si ha una piscina a disposizione e si cerca qualcosa di naturale che non siano terme perché solo il pensiero dell’acqua calda ci fa sudare?

Vi diamo alcuni suggerimenti anche se, vista la siccità di questo 2022, prima di partire vi conviene assicurarvi che l’acqua… ci sia!

Foto di Jean-Louis SERVAIS da Pixabay

Partiamo dai fiumi

Val D’Aosta – Torrente Fer

Valle d’Aosta Ecco un luogo molto bello con acque fresche Qui amava rinfrescarsi anche il Conte di Cavour Camillo Benso, colui che, oltre a dare l’avvio a quella che sarebbe stata la nascita dell’Italia, aveva capito quanto fossero i buoni i vini piemontesi. Il Torrente Fer scorre in un vallone selvaggio. Un bel canyon  attrezzato per chi ama il canyoning.  Ci si può cimentare nei tuffi e stare ben freschi. Un luogo molto amato anche dia non italiani.

Toscana- Emilia Romagna – Fiume Santerno

Toscana ed Emilia si dividono facilmente le bellezze dell’Appennino Tosco Romagnolo. Il Santerno scorre tranquillo e in località Moranduccio, proprio al confine, il fiume crea una bella cascata. Vicino c’è un borgo abbandonato, Castiglioncello, dove tutto sembra essersi fermato. Questo fiume, con le sue fresche acque, nasce nei pressi del passo della Futa e confluisce dopo 100 Km nel fiume Reno. Furono i Romani a creare la confluenza perché naturalmente il fiume, giunto in pianura, si gettava nelle paludi che caratterizzavano un tempo la bassa Padana. I principali centri che si incontrano risalendo la vallata sono: Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio, Firenzuola.

Massa Marittima – Foto di Buono Del Tesoro da Pixabay

Sardegna – Rio Pitriscioni

Sardegna uguale mare ma allontanarsi dalla spiaggia per scoprire una natura altrettanto bella può essere assolutamente piacevole! Vi consigliamo la Gallura, nella zona retrostante lo splendido mare di San Teodoro. Siamo  nel massiccio del Monte Nieddu. Il Rio ha scavato il granito creando il letto del giume alto e suggestivo. Per The Guardian è uno dei migliori d’Italia.

Gole dell'Alcantara
Photo credit a href=httpsvisualhunt.comauthorfa7f1cGiovy.ita on a href=httpsvisualhunt.comre3eb24bVisualHunta a href=httpcreativecommons.orglicensesby-nc-nd2.0 CC BY-NC-NDa

Sicilia – Gola dell’Alacantara

Se non siete mai stati alle gole dell’Alcantara è necessario rimediare. Ecco un fiume che mostra la colata lavica che ha creato la gola lisciata nei millenni dall’acqua.  Una spiaggetta da dove ammirarla  ma il bagno non è per tutti perché le acque non non sono freshe ma ghiacciate! E sotto il torrido sole siciliano pare ancora più fredda!

E ora pensiamo ai laghi

Trentino- Lago di Caldaro

Siamo a pochi chilometri  da Bolzano. I vigneti ci circondano. Il lago di Caldaro è il lago balneabile più grande della regione, un lago dalle acque fredde , perchè vengono dal cuore delle Alpi, infatti, non supera i 18 gradi.
Personalmente più dei piedi non sono riuscito a metterci.

lago di Bracciano – Foto di Bradiporap da Pixabay

Friuli- Lago del Predil (o di Raibl)

Siamo al confine sloveno. Una natura ricca dove son nate leggende che attraggono bambini e adulti. Il lago è una conca glaciale incastonata in un paesaggio mozzafiato, con acqua cristallina e dal colore unico. Ha anche una sua piccola isola al centro.  Acque cristalline di un incredibile colore azzurro-verde intenso e al centro un’isoletta. C’è anche un attrezzato stabilimento balneare con spiaggia attrezzato.

Toscana – Lago dell’Accesa

La bella Massa Marittima è a due passi e siamo nella Maremma più vera e autentica. Piccolo e misterioso questo lago della Maremma con antico insediamento etrusco che è parco archeologico. Infatti sulle sue sponde si trovava e si trovano i restio di grande insediamento etrusco originario del VII – VI secolo a.C. esteso decine di ettari costruito si edifici ancora più antichi.
Si dice che bagnarsi in questo lago aiuta a dormire….

Lago-Predil-Marius-Hofmann

Lazio- Lago di Bracciano

Siamo all’interno del Parco regionale Bracciano-Martinano. Èl’ottavo lago italiano per estensione, il terzo del Centro Italia dopo il lago Trasimeno e Bolsena. Viene chiamato anche lago sabatino ed è circondato dai monti Sabatini. Un lago pulito e balneabile con  acque ricche di pesci.  Infatti, una legge regionale impedisce la navigazione a motore, a eccezione di pescatori muniti di licenza e della motonave Sabazia II, gestita dal Consorzio Lago di Bracciano, che effettua servizio stagionale fra i tre centri del bacino. Ci sono molte le spiagge, anche attrezzate adatte anche alle famiglie con bambini.

(Visitato 108 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter