Andalo: weekend sulla neve per tutta la famiglia

Home » Destinazioni » Europa » Italia » Trentino Alto Adige » Provincia di Trento » Andalo » Andalo: weekend sulla neve per tutta la famiglia

Vi racconto la mia esperienza ad Andalo, sulle Dolomiti del Brenta con la famiglia ed in compagnia di amici. Quando si parla di vacanze sulla neve il Trentino la fa da padrone, non solo per gli scenari mozzafiato delle Dolomiti, ma anche per la qualità dei servizi offerti

Andalo è molto comodo perché si trova ad una ventina di chilometri da Trento e quindi risulta facilmente raggiungibile anche in periodi di forti nevicate. Il paese è molto carino e ben attrezzato per il divertimento di grandi e piccini, dalla pista di pattinaggio sul ghiaccio alla piscina pubblica con centro benessere. Gli impianti sono poi in pieno centro. Noi abbiamo pernottato in un appartamento a Molveno, a pochi chilometri di distanza sulle rive dell’omonimo lago che in inverno regala un paesaggio molto suggestivo. Per chi preferisce alloggiare in hotel però ci sono numerose strutture della catena ‘family hotel’, che forniscono tutti i comfort e l’assistenza per i bambini.


Piste adatte a bambini

Non avendo mai sciato nel comprensorio del Fai della Paganella, non sapevo se le piste sarebbero state adatte a bambini tra i 6 e 10 anni. Entrambe le mie figlie praticano fin da 4 anni, ma non sciando spesso, non sono così esperte. Devo ammettere che, nonostante la neve fosse un po’ molle a causa del caldo sole primaverile, le piste sono semplici e con pendenze non eccessivamente impegnative.

Gli impianti sono nuovi e di facile utilizzo anche per i più piccoli. Inoltre, le piste corrono giù fino al paese, permettendo di poter sostare ai rifugi senza timore di rimanere bloccati alla chiusura degli impianti.
Per i bambini di età compresa dai 0 ai 4 anni c’è anche un asilo nido in località LAGHET, nei pressi degli impianti di risalita “Valle Bianca”: i genitori possono godersi qualche ora di svago sulle piste mentre i più piccoli sono liberi di giocare e riposare.

Quelli più grandicelli possono poi divertirsi allo Snow park situato più o meno a livello intermedio delle piste, presso il rifugio Meriz, dove è disponibile anche un servizio di baby-sitting.


 

Cena in baita con il gatto delle nevi

Per la cena di sabato sera volevamo provare l’ebbrezza di raggiungere un rifugio o una baita in quota con il gatto delle nevi. Abbiamo scoperto che ci sono due strutture che offrono questa esperienza: il rifugio Montanara a quota 1600, a 20 minuti di tragitto partendo da Andalo, e la Casina Bruniol che è a quota più bassa in mezzo al bosco e richiede solo 10 minuti sempre da Andalo.

Abbiamo optato per la seconda che offre trasporto e menù fisso a 40€, mentre nel primo caso il trasferimento ha un costo aggiuntivo di € 15 per gli adulti e 8 per bambini ed ha solo menù alla carta. La scelta non è stata influenzata tanto dal prezzo maggiore quanto dal fatto che sebbene la Montanara goda di una bellissima vista sulle Dolomiti del Brenta, di notte non avremmo potuto apprezzare il panorama circostante.

Per chi si stesse chiedendo come avvenga il trasporto con il gatto delle nevi, vi rassicuro sul fatto che esiste una tipologia, diversa da quelli che battono le piste, adatta al trasporto di passeggeri. Il nostro gruppo era composto da 12 persone, ma la capienza era superiore.

L’esperienza è stata molto divertente ed inusuale, soprattutto per il fascino del bosco innevato di notte. Casina Bruniol è molto carina e caratteristica. Il menù è tipico e casereccio, quindi non vi aspettate piatti da gourmet.


Il rifugio nel bosco

All’alba di domenica ci siamo svegliati con la neve sui tetti e un’atmosfera da era glaciale. Il lago di Molveno era coperto di nubi bianche che si riflettevano sull’acqua, creando un contrasto incredibile con il celeste brillante della riva. Abbiamo deciso di concederci un’altra passeggiata nel bosco prima del rientro e dopo alcune ricerche abbiamo prenotato alla Baita I Fortini di Napoleone.

Il sentiero che porta al rifugio si trova a poca distanza dal centro di Molveno e si inserisce nell’anello dei percorsi che costeggiano il perimetro del lago. Si tratta di un tragitto prevalentemente pianeggiante con solo con un piccolo dislivello quasi giunti al rifugio, ed è facilmente affrontabile anche dai bambini.

Al ristoro, ci accoglie un ambiente caratteristico, riscaldato dal fuoco di una caminetto acceso. Tutto è fatto in casa dalla proprietaria, una signora gentilissima e disponibile.
Ci conferma che la Baita è ‘affiliata’ ad un’altra struttura, sempre gestita dalla loro famiglia: Osteria del Maso (quasi 5 stelle su Tripadvisor!) . Il maso prende nome da un gruppo di cinque diverse fortificazioni atte a controllare la strada che costeggia il lago, erette dall’esercito Austriaco nei primissimi anni del 1800 per respingere l’avanzata dell’esercito Francese di Napoleone.


 

Probabilmente a causa del nome del più famoso condottiero francese, ancor oggi queste fortificazioni, sebbene di origine austriaca, vengono chiamate appunto “Fortini di Napoleone”. Il pranzo è stato delizioso, sempre all’insegna della tipicità. Vi propongo una carrellata dei nostri piatti per stuzzicare l’appetito. La baita è consigliata anche in estate per una sosta-ristoro durante le passeggiate nel bosco.


Andalo e le Dolomiti del Brenta

Iscriviti alla Newsletter
Ricevi le ultime novità direttamente nella tua email. Tanti consigli di viaggio ti aspettano!
Si, voglio iscrivermi!
No Grazie!
(Visitato 81 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)
By |2018-03-26T13:43:35+00:00marzo 26th, 2018|Andalo|0 Comments

About the Author:

Serena Giovannoni, in arte "Wishversilia", originaria di Viareggio in Versilia, costa nord-ovest della Toscana, si identifica facilmente con una folta chioma rossa. È consulente di viaggio, wedding planner in Toscana e web 'geek'. Scrive per il proprio blog e guest post per diversi blog e riviste di viaggi. E' appassionata di cibo, tradizioni, arte, storia e cultura. Ama i piccoli laboratori e botteghe artigiane dove può incontrare i locali e scoprire i segreti del dietro le quinte. È anche moglie e mamma di due bambine, che sono i suoi tester preferiti per le località e i servizi adatti alle famiglie.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Ricevi le ultime novità direttamente nella tua email. Tanti consigli di viaggio ti aspettano!
Si, voglio iscrivermi!
No Grazie!
close-link

SCARICA GRATIS
LA GUIDA GALATTICA PER LUCCA COMICS AND GAMES 2018

Iscriviti alla nostra newsletter e scarica gratis l'imperdibile guida "unofficial" scritta direttamente da chi la vive ogni anno da più di 25 anni
SCARICA GRATIS
close-link