Mollo tutto e parto per Fuerteventura

Basta. Mollo tutto, prendo il primo volo solo andata e arrivederci.

Quante volte lo avete pensato?

Probabilmente, l’ultima proprio questa mattina: quando la sveglia è suonata troppo presto, vi siete dovuti alzare dal letto mentre fuori era ancora buio e al freddo siete usciti per andare a lavorare, carichi come muli tra borsa del pc, borsa frigo con il pranzo e borsone della palestra che raggiungerete direttamente dopo aver staccato.

Com’è che cantava quel gruppo? “Una vita in vacanza…” Magari poterselo permettere.

Se attraverso una comparazione dei migliori siti legali italiani dove acquistare i gratta e vinci fosse possibile aggiudicarsi quello vincente, la meta verso cui orientarsi per sfuggire ai lunghi freddi mesi invernali che ci separano dall’estate, sarebbe senza dubbio l’arcipelago delle Canarie e più precisamente l’isola di Fuerteventura.

Perché? Mettetevi comodi e preparatevi a prendere appunti.

I motivi per scegliere Fuerteventura come meta di una fuga


Innanzitutto, è vicina, ma allo stesso tempo lontana al punto giusto dall’Italia: occorrono circa 4 ore per raggiungere questa perla vulcanica nel mezzo dell’oceano Atlantico

A proposito di voli: è raggiungibile mediante voli diretti, spesso a buon mercato grazie ad alcune compagnie low cost che garantiscono le tratte anche in inverno.

Il clima è mediamente temperato: anche durante quelli che di solito sono i mesi più rigidi dell’anno, le giornate sono soleggiate e la temperatura – in una normale giornata di febbraio per esempio- può tranquillamente sfiorare i 20 gradi.
Sì: rifletteteci osservando le gocce di pioggia che si rincorrono sui vetri delle vostre finestre!

Fuerteventura, ed in generale le isole Canarie, si configurano come una delle numerose comunità autonome di cui si compone la Spagna: in effetti costituiscono proprio la regione più meridionale della penisola iberica e questo fa sì che la lingua del posto sia lo spagnolo, che neanche a dirlo – se non altro per assonanza – è la lingua con cui quasi tutti gli italiani si sentono più confidenti.

Ultimo, ma non meno importante, il fattore economico: le isole Canarie, dovuto anche alla loro posizione, godono di un sistema di tassazione differente rispetto ad altre zone della Spagna e questo le rende piuttosto concorrenziali da un punto di vista dei prezzi…specie durante le stagioni in cui non sono prese d’assalto dai turisti.

Gli highlights di Fuerteventura

Spiagge paradisiache, paesaggi lunari, piccoli villaggi di pescatori, cittadine dalla vita notturna spagnoleggiante, mare cristallino e tanto tanto buon vento per praticare il surf: Fuerteventura offre una varietà di sfaccettature che accontenteranno anche i viaggiatori più esigenti, da conoscere on the road.

Il modo migliore per conoscere l’isola è, infatti, a bordo di una macchina a noleggio con cui percorrere la carretera del norte e la carretera del sur, che uniscono la punta nord con quella sud.

Pronti a saltar su?

Corralejo

Si può considerare un po’ il centro nevralgico di Fuerteventura. Questa graziosa cittadina, affacciata sull’oceano nella parte più a nord est dell’isola, è perfetta per essere il punto di ritorno alla fine di ogni giornata di esplorazione. Ospita, infatti, numerose strutture ricettive, appartamenti turistici, ristoranti, servizi e locali per la movida notturna: imperdibile un cocktail da swami per iniziare la serata!

Poco fuori il centro, poi, si estendono le celeberrime Dune di Corralejo.
Prendete il tempo di scalarle, di arrivare in cima per poi rotolarvi giù ritrovando le tasche piene di sabbia, di sedervi a contemplare il sole che tramonta: vi sentirete trasportati nel più magico dei deserti.

Infine, proprio da Corralejo, partono i traghetti per l’isola di Lobos.

Isola di Lobos

A Lobos bisogna andarci, si o si.
Si tratta di un isolotto a circa mezz’ora di traghetto da Fuerteventura, che, con la sua superficie di appena 5 km quadrati, costituisce una riserva naturale. L’isola è brulla, secca, arida ma splendida: il contrasto della terra scura – quasi bruciata dal sole – con le acque cristalline che la circondano è assoluto. Il faro a strapiombo sulla costa vi farà sognare romantiche avventure, mente le saline vi trasporteranno in un’altra epoca, lontana e dei mestieri antichi.

Attenzione, però, sull’isola tranne un baretto/ristorante non c’è nulla ed è necessario registrarsi per tempo al fine di ottenere il permesso per visitarla.

Calderon Hondo

Fuerteventura è, come abbiamo più volte ribadito, un’isola vulcanica ed è imprescindibile visitarne uno!
Calderon Hondo si trova nei pressi di Corralejo, nell’area di Lajares: è davvero pratico da raggiungere perché la macchina può essere comodamente parcheggiata alle sue pendici e con una passeggiata di un’oretta si può raggiungere uno dei suoi punti panoramici.

Incredibile, ma vero: è riccamente popolato da scoiattoli abituati al contatto con le persone. Si lasciano fotografare come divi in cambio di cibo.
Attenzione alle dita, però, possono essere piuttosto voraci!

Pop Corn Beach

Vi basterà semplicemente cercarla nei luoghi di Instagram per capire a che cosa deve il suo nome.

Tra i luoghi maggiormente fotografati di Fuerteventura, Pop Corn Beach si caratterizza per i bianchi sassolini che costituiscono la sua sabbia: sembrano proprio i pop corn che si comprano in al cinema ma in realtà si tratta di piccoli frammenti di corallo che la marea ha, negli anni, portato a riva.

Cofete

Iconica, persino se la visitaste in un giorno scuro: cielo grigio e aria di tempesta, vento che gonfia le onde dell’oceano che ruggisce e si veste del colore delle nuvole; al fondo una montagna rocciosa che racchiude come un segreto questa lunga lingua di spiaggia.

Avete mai visto un cimitero nella sabbia? A Cofete lo vedrete e non vi apparirà macabro, ma un luogo di quiete dove le anime riposano cullate dal rumore del mare, per l’eternità.

Sotavento

Se voleste cimentarvi con l’esperienza del surf o di altri sport acquatici, Fuerteventura è l’isola giusta.
E quale spiaggia migliore se non quella di Sotavento?
Incontaminata e immensa: nove chilometri di spiaggia che in realtà racchiude al suo interno cinque diverse spiagge La Barca, Risco del Paso, Mirador, Malnombre e Los Canarios.

(Visitato 41 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Alcuni tour che potrebbero interessarti

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter