Vacanze al mare? Scopri la bellezza di Torre dell’Orso nel Salento

Un’esperienza imperdibile che tutti dovrebbero provare nella vita è la vacanza in Salento (eh sì, forse ho esagerato).
Negli ultimi anni, essa è diventata una terra amata da molti turisti che sono in cerca di sole, mare, relax e divertimento. Meta adatta a famiglie e gruppi di amici, insomma che fa per tutti. Tanti sono i paesaggi mozzafiato da visitare e da vedere.

Il Salento Incorniciato tra due mari: l’Adriatico e lo Ionio, il Salento, in Puglia, offre la possibilità di scegliere ogni giorno, dove spostarsi, dove trascorrere la propria giornata di mare. Dà l’opportunità di emozionarsi difronte ad un’alba magnifica, lungo la costa adriatica.
Lo Ionio, invece, è più adatto per i tipici giochi di luce e colore caratteristici del tramonto, quel romantico momento nel quale il sole sfiora dolcemente il mare, per essere accolto.
L’anima del territorio salentino è fortemente rurale. Le influenze dei vari popoli che hanno abitato la penisola salentina sono ben visibili nella tradizione culinaria.
Normanni e Bizantini hanno portato mandorle, miele e cannella: ingredienti percepibili nei dolci. Pucce, rustici e friselle arricchiscono contraddistinguono la cucina salentina. Ma non solo. Il protagonista indiscusso è il pasticciotto.

Proprio per questi motivi, il Salento è meta ambita dai vacanzieri di tutto il mondo.
Sono tante i turisti che scelgono di soggiornare in Puglia, optando per B&B, Case Vacanze, Hotel o Villaggi Turistici nel Salento.

Torre dell’Orso

La località turistica di Torre dell’Orso fa parte delle cosiddette Marine di Melendugno, cioè cinque marine che si affacciano sul mar Adriatico.
Alle spiagge di Melendugno è stato assegnato il titolo di Bandiera Blu per la gestione sostenibile del territorio, la qualità delle acque di balneazione e i vari servizi offerti.
Torre dell’Orso è un luogo molto frequentato durante il periodo estivo. La sua spiaggia ha una forma particolare, quasi come fosse una mezzaluna attraverso la quale è possibile scorgere le “Due Sorelle”.

La leggenda delle Due Sorelle

Esso è il nome che una leggenda attribuisce a due famosi faraglioni bianchi. Si racconta che due sorelle, che vivevano nel territorio salentino, fossero grandi lavoratrici, tanto da non avere nessun momento libero per rivolgere lo sguardo al mare. Un giorno, però, si decisero e si diressero verso il mare. Passeggiarono a lungo, fino ad arrivare nella località di Torre dell’Orso.

Rimasero così affascinate dallo splendore del mare che si gettarono dall’alto di una scogliera. Gli Dei, avendo considerando la loro vita dedita solo al lavoro, decisero di trasformarle negli attuali faraglioni. In questo modo, il loro ricordo non andrà perso.

La Grotta di San Cristoforo

Nelle grotte, lungo il litorale, sono presenti graffiti in latino e greco che attestano la loro presenza in antichità e, soprattutto, il commercio e la fede espressa dai viaggiatori.
La più famosa prende il nome di Grotta di San Cristoforo, realizzata qualche secolo prima della venuta di Cristo. È un sito molto importante, a livello culturale, poiché oltre a iscrizioni legate alla fede dei naviganti, si trova una preghiera.

Molti pescatori e commercianti erano soliti affidarsi alla religione affinché il loro viaggio non fosse turbolento. Della preghiera qui presente, si ha anche un riferimento: si attribuisce ad un certo Hispanius Felicior.

Le Spiagge di Torre dell’Orso

Torre dell’Orso è la meta adatta a famiglie e gruppi di amici. Essa, infatti, mette a disposizione un panorama eccezionale, lidi molto attrezzati per far fronte a qualsiasi tipo di esigenza, aree giochi per bambini. Nelle vicinanze, poi, vari sono i locali notturni frequentati dai ragazzi in cerca di divertimento. Alcune calette sul mare sono accessibili anche di sera, così da offrire location suggestivi a gruppi di amici che vogliono trascorrere le serate sorseggiando cocktail e ballando.

I dintorni di Torre dell’Orso

La piccola località marina è posta lungo il versante adriatico e dà la possibilità ai turisti di essere un punto di snodo. La sua posizione strategica permette una buona base per chi ha l’anima del vero turista e decide di spostarsi nei dintorni, per scoprire nuovi luoghi. Tanti sono i villaggi turistici qui dislocati in modo da rendere le vacanze più avventuriere.

Tra le marine di Melendugno fa parte la località di Roca Vecchia. Essa è rinominata per l’area archeologica: un insediamento che risale al II millennio a.C. Dal punto di vista culturale è molto importante, poiché l’area racconta delle sue origini. Il sito archeologico di Roca Vecchia è considerato uno dei più importanti della protostoria mediterranea.

I risultati delle indagini continuano a dare risvolti positivi, potendo affermare che c’è stata una continua occupazione dalla fine del XVII secolo avanti Cristo fino ad arrivare alla ‘età tardo repubblicana.

Meta di turisti da ogni dove è la Grotta della Poesia. Qui collocata e ricavata tra le rocce carsiche della costa salentina. Essa viene considerata una piscina naturale, tra le più belle al mondo.

(Visitato 30 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice