Ecco treepli, il nuovo social media per i viaggiatori fai-da-te

“From inspiration to vacation”. Questo il motto della startup treepli, una nuova piattaforma completamente italiana che intende fornire un utilissimo supporto ai cosiddetti viaggiatori indipendenti di tutto il mondo. È già da tempo, infatti, che internet rappresenta un preziosissimo strumento per chi è solito pianificare le proprie partenze senza l’ausilio di agenzie o di guide turistiche.

Portali come TripAdvisor, Airbnb e Skyscanner sono ormai il braccio destro di tantissimi giramondo, i quali possono consultare i consigli e le dritte da una community di utenti esperti e riescono ad acquistare senza troppe difficoltà di alloggi e biglietti aerei al prezzo più conveniente.

Seguendo proprio il principio della “travel community”, treepli mette a disposizione una piattaforma in cui i viaggiatori possono condividere suggerimenti con altri utenti, in modo da metterli in guardia da eventuali pericoli o per fornire loro informazioni affidabili. Ecco, quindi, come funziona treepli nel dettaglio e come aiuterà tantissimi viaggiatori fai-da-te a semplificare l’organizzazione dei propri itinerari.

Il modello social media

Il funzionamento di treepli è tanto innovativo quanto semplice. Da un lato, infatti, la piattaforma mette a disposizione uno spazio in cui i Treeplers possono raccontare i dettagli di un proprio viaggio organizzato di recente, allegando foto, video e tutte le informazioni più preziose da tenere a mente. I Treeplers possono monetizzare i propri articoli, guadagnando in base all’utilità delle informazioni fornite.

Dall’altro lato, invece, treepli permette di prenotare direttamente biglietti e alloggi in qualunque parte del globo, utilizzando un’unica piattaforma. Per fare un esempio, quindi, se intendessi recarti negli Stati Uniti per assistere ad uno dei musical più famosi di broadway, grazie a treepli potrai consultare tantissime informazioni e dritte da parte di chi è stato da poco in America.

Potrai sapere come spostarti da una parte all’altra della città, dove noleggiare una macchina, quali sono i migliori ristoranti in cui mangiare e quali sono i prezzi in media per una spesa alimentare in un discount. Allo stesso tempo, quando avrai raccolto tutte le informazioni necessarie, potrai automaticamente acquistare i biglietti e l’alloggio per pianificare il tuo viaggio nella terra a stelle e strisce.

Il successo di treepli

Treepli è nata agli inizi del 2023 e già può vantare una community di ben 15mila utenti e oltre 200 Treeplers. Non stupisce che la piattaforma attragga un buon numero di utenti, specialmente i figli della generazione Z. Sebbene viaggiare, al giorno d’oggi, sia diventato semplicissimo anche per quel che riguarda gli spostamenti intercontinentali, per preparare un itinerario efficace è necessario effettuare lunghe e attente ricerche online.

Treepli, dunque, fornisce ai viaggiatori fai-da-te una serie di informazioni utilissime e di dettagli preziosi affinché questi possano partire consapevoli di tutto ciò che li attenderà nella meta prescelta. La startup è stata selezionata da Intelak per essere inserita all’interno di un programma di incubazione e ha l’obiettivo di chiudere il 2023 con un fatturato di almeno 1 milione di euro.

Come accedere su treepli?

Per consultare i consigli e i resoconti di viaggio dei Treeplers basta raggiungere il sito ufficiale della piattaforma e registrare un nuovo account. Al momento non è disponibile un’app dedicata per dispositivi mobile, ma è abbastanza probabile che entro la fine dell’anno potrebbe venire sviluppata un’applicazione per tutti i sistemi operativi sul mercato. Malgrado il portale sia nato da pochissimi mesi, sono tantissimi gli utenti italiani che hanno preso ad utilizzare i servizi di treepli.

La piattaforma, infatti, è già ricca di consigli e suggerimenti sulle migliori destinazioni italiane per l’estate 2023. Da qualche tempo, inoltre, treepli ha catturato particolarmente l’attenzione del governo degli Emirati Arabi. Il dipartimento del turismo di Dubai, infatti, ha scelto treepli per portare avanti il progetto “Dubai Rediscovered”. 4 utenti tra i membri della community di treepli, infatti, sono stati selezionati casualmente per soggiornare una settimana a Dubai. Questi, in seguito, proporranno un resoconto del proprio viaggio sulla piattaforma oltre che alcuni itinerari da seguire per non perdersi nulla.

Il futuro dei viaggi fai-da-te?

Quello dei viaggi fai-da-te, in effetti, è un settore che sta avendo una popolarità sempre più crescente negli ultimi anni. Questo perché le nuove generazioni risultano essere decisamente più abili nell’utilizzo della rete e sono in grado di organizzare i propri viaggi senza spendere cifre esorbitanti.

Intercettare questo trend è stata l’idea vincente di treepli, e possiamo immaginare che la piattaforma presto vedrà una community di utilizzatori molto più ampia e ricca di viaggiatori da ogni parte del mondo. Possiamo, ad ogni modo, essere fieri dell’operato dei creatori dell’app, dal momento che contribuiscono a lanciare il nostro stivale all’interno degli ambienti dell’innovazione tecnologica.

(Visitato 97 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Alcuni tour che potrebbero interessarti

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter