Bellezze d’Italia: il Frignano

Ci sono dei posti in Italia poco vissuti. Posti bellissimi poco antropizzati e destinati a chi ama la natura. Ecco uno di questi è il Frigano. Io l’ho conosciuto qualche tempo fa in estate ma ci son tornato in inverno e vi posso assicurare che è un vero spettacolo.

Siamo a cavallo tra l’Emilia Romagna e  la Toscana, borghi suggestivi e boschi. Natura e cucina di quella buona. Il  Frignano è una Regione storico geografica dell’Italia: siamo all’interno dell’ Appennino Tosco Emiliano. Il passo delle Radici è uno dei punti di accesso al Parco del Frignano nell’ Alto Appennino Modenese.

passo delle radici 2
Passo delle Radici tra Toscana ed Emilia Romagna ( foto R.Capanni)

Il Parco del frignano

Il Parco del Frignano è una bella meta sia in estate che in inverno. Montagne dove, se la stagione è buona, si scia e si ciaspola e colline verdissime. Pochi abitanti, niente autostrade e poca ferrovia. Dalla Toscana ci si arriva dalla SS 64 Porrettana  ma anche dall’Abetone ( che sconsiglio vivamente specialmente nel fine settimana) o dalla Garfagnana. Se si parte dal centro principale, Pavullo nel Frigano, si può raggiungere con l’autostrada A1 e poi la E35.

Una zona “vergine”

Una zona è ancora “vergine”. Qui abitavano i liguri friniati che poi furono assorbiti dai Romani Il territorio comprende tutta la zona meridionale dell’attuale provincia di Modena, dalle colline al crinale: l’Appennino Modenese. Qui c’è il Parco del Frignano con le sue meraviglie di natura.

Boschi di faggi, montagne che raggiungono i 1800 metri e oltre, laghi e, a scendere colline. E borghi.

All’ingresso  della parte toscana venendo da Pistoia si incontra la città di Fiumalbo, che è come San Miniato, elevate al grado di città anche se son paesi e borghi.

WhatsApp Image 2023 01 30 at 19.24.13 1
verso Pavullo…

Fiumalbo

Fiumalbo è nell’alto Appennino modenese al confine con la Toscana. Si trova in una conca alla confluenza del Rio le Pozze e del Rio Acquicciola e comprende  anche frazioni come Faidello, San Michele, Dogana nuova. Un paese abitato già dal 1038 nato alla confluenza di due torrenti spumeggianti ( il nome deriva da flumen album probabilmente il bianco della schiuma) che lo circondano. 800 metri sul livello del mare e una natura bellissima intorno. Faggi, abeti, castagni, noccioli.

Qui ci sono la chiesa dugentesca  di San Bartolomeo, L’oratorio rinascimentale di San Rocco, l’oratorio dell’Immacolata e quello di Santa Caterina. In agosto il 24 per la festa del Patrono San Bartolomeo la città si spenge e viene illuminata con piccole luci che animano anche l’acqua dei torrenti.

A 6 km  ci sono le Capanne celtiche. Si possono visitare in ogni stagione  e  hanno la caratteristica struttura dei tetti a scala: si trovano nel Borgo delle Valdare a circa 6 km da Fiumalbo.

Cattura
Bellezze d’Italia: il Frignano 5

Una zona di laghi

Nella parte alta della zona del Frignano ci sono diversi comuni, quello più grande, e  anche più popolato è Pavullo nel Frignano. Troviamo anche Sestola, Pievepelago, Frassinoro, Polinago, Montefiorino, Palagano, Fanano, Riolunato, Lama Mocogno e Fiumalbo.

Dicevamo boschi di castagni, faggi e conifere e laghi. Sì in questa zona i laghi son da vedere e fare passeggiate che ci restituiscono il contatto con la terra. Vicino a Pievepelago c’è il lago Santo che si trova a 1500 m che un lago di origine glaciale ma in zona anche  il lago Turchino, il lago piatto, il Lago Nero, il lago Baccio.

Il lago Santo è un lago naturale dell’Appennino Modenese è alimentato da tre emissari ed è di origine mista glaciale e anche di frana. E sopra la superficie a 150 metri c’è una specie di terrazza che viene detta a Borra dei porci che rompe l’uniformità e la parete orientale del Monte Giovo che sfiora i 2000 metri.

WhatsApp Image 2023 01 30 at 17.18.49 2
Bellezze d’Italia: il Frignano 6
Sestola e il Monte Cimone

Un altro luogo di cui vogliamo parlare è Sestola sempre nel Parco del Frignano. Sestola si trova a 1020 metri ed  è dominata dal Monte Cimone di 2165 metri in inverno si ricopre di neve.

Si trova proprio  nello spartiacque il Monte Cimone fra l’Appennino fra la Toscana e l’Emilia. Una delle più famose località turistiche invernali dell’Emilia Romagna.

Noi siamo usciti dal Frigano percorrendo la strada che riporta in Garfagnana per fermarci a prendere il meraviglioso formaggio del Marovelli a Vibbiana San Romano in Garfagnana (LU).

Concludendo, io nel Frignano ci tornerò e lo farò standoci qualche giorno. Non basta vedere qualcosa e scappare, troppo bello per non godersi tutta questa meraviglia.

(Visitato 112 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Alcuni tour che potrebbero interessarti

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter