Foiano della Chiana tra libri e zucche cosa vedere

La Valdichiana è una valle di oltre 500 km² di colture, praticamente è un territorio completamente coltivato. Una piana sfruttata fin dall’antichità. Qui si coltivava il grano  di cui si rifornì Annibale nella sua discesa in Italia. Oggi le colture sono di varia natura e ed è un territorio molto importante per l’agricoltura della Toscana.  

verso Foiano – Foto R.C.

Terra fertile e di borghi bellissimi

La Valdichiana è una terra fertile ma anche ricca di borghi magici. Un tempo era un territorio ricco di acque utilizzato e bonificato  dagli Etruschi che popolarono la zona.  Subì un periodo di abbandono  durante le invasioni barbariche e per lungo tempo tornò ad essere un regno di acque.  anche dopo, infatti, all’epoca di Leonardo Da Vinci si presentava come un lago.  Il territorio fu bonificato nuovamente grazie anche all’opera dell’aretino Vittorio Fossombroni e la Valdichiana tornò ad essere quello che è anche oggi: una terra fertile.

Oggi in Valdichiana non solo  si coltiva ma c’è anche allevamento con la famosa razza Chianina. Produzioni orticole,  produzione di olio pregiato di cereali, barbabietola da zucchero e soprattutto il famoso Aglione della Valdichiana, il grosso aglio che non lascia traccia. L’aglione è anche detto “aglio del bacio”.

Una delle porte di accesso alla prima cerchia del centro storico

Vadichiana: aretina e senese

La Valdichiana  si divide in aretina e senese. In quella aretina aretina abbiamo Arezzo Castiglion Fiorentino Cortona, Foiano della Chiana, Monte San Savino, Lucignano.

In quella Senese troviamo paesi come  Cetona, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Chianciano Terme. Montepulciano, Pienza, Torrita di Siena, Rapolano Terme.

Oggi noi andiamo a Foiano della Chiana.

Foiano della Chiana ha origine molto antiche, gli Etruschi erano i signori di questa terra. Foiano è su una collina ed è cinta da mura. Il castello sotto il dominio di Arezzo nel 1337, passo alla Repubblica Fiorentina, che ne restaurò la cinta muraria a  forma ottagonale dando due cinta alla città e inglobando anche la zona del Pozzo dove c’erano gli antichi insediamenti etruschi anche se , pare, gli abitanti non fossero d’accordo.

Piazza Camillo Benso Conte di CavourFoiano della Chiana AR- Il Municipio a destra, il palazzo del Governatore a sinistra. Foto R.Capanni

Lo stemma araldico del Comune di Foiano è un Giglio Fiorentino oro in campo rosso , infatti, nel 1453 la Repubblica di Firenze dette alla Terra di Foiano la possibilità  di avere il suo stemma e anche di fregiarsi del titolo di nobiles viri.

Foiano della Chiana cosa vedere

A Foiano della Chiana ci sono molte cose da vedere prima di tutto due cinte murarie e le loro porte. Da visitare c’è la chiesa di Santa Maria della fraternita del XVI anche la Chiesa della Santissima Trinità e fuori dalla prima cerca di Mura c’è la collegiata di San Martino con opera di Luca Signorelli.

Nel XV secolo poi c’è fu costruita anche un’altra chiesa che è dove si conserva una palla d’altare in terracotta di Andrea della Robbia.

Foiano della Chiana – Colleggiata di San Martino e Leonardo – Foto di R.C

Fuori dal centro storico poi ci sono diverse cose da vedere come il tempio di Santo Stefano della Vittoria e la Chiesa di san Francesco con l’antico ospedale. E ancora chiese: come la  chiesa di San Domenico e Michele Arcangelo del XV poi rimaneggiata con una Madonna del Rosario Di Lorenzo Lippi e terre cotte sempre dei della Robbia.

Vicoli a Foiano della Chiana

Girare per Foiano è molto piacevole ci sono vicoli molto “verdi”. Le piante, anche di grandi dimensioni, sono tenute per strada, come nel vicolo del Monte Pio, dietro al palazzo granducale detto appunto “Monte Pio”.

Foiano è un borgo da girare con calma e seguire il calendario degli eventi dal Book festival a novembre  alla Festa della zucca sempre in novembre.

(Visitato 1 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su WhatsApp
Condividi su Telegram
Condividi su Linkdin
Condividi su Pinterest
Salva su Pocket
condividi via email
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice

Il blog di viaggio che ti aiuta veramente.

Iscrivti alla nostra newsletter