Spiagge isola d’Elba – scegli la tua preferita

Se cerchi un luogo di mare molto bello e facile da raggiungere dove goderti il mare, le spiagge isola d’Elba fanno al caso tuo.
L’isola d’Elba è un isola di media grandezza situato nell’arcipelago Toscano adatto sia per famiglie che per gli amanti della tintarella in generale.

portoferraio isola d'elba
portoferraio isola d’elba

Potrai scegliere tra decine di spiagge meravigliose con vari fondi – sabbia, ciottoli, scoglio – di diverse forme e dimensioni.

La nota dolente, specialmente in alta stagione è come sempre il parcheggio. Nella maggior parte delle spiagge non ho avuto alcuna difficoltà nel trovarlo, ma per alcune di esse, ossia le più famose e frequentate è stato invece un vero dramma.

Spiagge di sabbia Isola d’Elba

L’Isola d’Elba è ricchissima di spiagge molto belle, alcune più di altre, ma la cosa che più resta nel cuore dopo la vacanza è l’acqua: talmente trasparente e pulita da non avere nulla da invidiare ai Caraibi!
Molto frequenti anche piccoli banchi di pesci che nuotano vicino a riva.

Una premessa fondamentale è che nei miei viaggi non ho ancora avuto l’occasione di visitare la spiaggia di Sansone. So per sentito dire che sia stupenda ma quest’anno, visto il numero di turisti che ha preso d’assedio l’isola, abbiamo deciso di evitarla proprio perché è molto rinomata.

Spiaggia Marina di Campo

La Spiaggia di Marina di Campo è probabilmente la più lunga dell’isola, con una decina di stabilimenti balneari alternati da spazi lasciati per la spiaggia libera. Tra i vantaggi ci sono quindi la possibilità di arrivare anche in tarda mattinata, perché il parcheggio è molto grande con disponibilità anche di posteggi gratuiti, e il fatto che la spiaggia è molto vicina al centro quindi ci sono comfort come ristoranti e negozi che non sono scontati nelle altre parti dell’Isola.

Marina di Campo isola d'Elba
Marina di Campo isola d’Elba

La Spiaggia di Marina di Campo è una spiaggia di sabbia e l’acqua non è la migliore dell’isola: potrei dire che assomiglia molto al litorale che si potrebbe trovare anche sulla costa toscana, come a Viareggio o a Lido di Camaiore.

Spiaggia dell’Innamorata

La spiaggia dell’innamorata Elba è un’altra spiaggia di sabbia abbastanza rinomata sull’isola. A due passi c’è un piccolo parcheggio con parchimetro e dentro la spiaggia è presente un bar.

Spiaggia dell'Innamorata
Spiaggia dell’Innamorata

La sabbia non è chiara come sul resto dell’isola, ma di un colore più scuro, quasi terriccio. Onestamente non mi è piaciuta moltissimo per questa caratteristica però l’acqua cristallina ha compensato questa mancanza.
Un altro vantaggio è che di solito non è molto affollata e quindi c’è meno confusione rispetto ad altre spiagge dell’isola.

Fetovaia

Tra le circa centocinquanta spiagge dell’isola, quella di Fetovaia è sicuramente da evidenziare per via del suo litorale composto da bianchissima sabbia che si immerge dolcemente nel turchese del mare formando una scenografia esotica.
Purtroppo, com’è facilmente intuibile, in estate la spiaggia di Fetovaia è praticamente impossibile da vivere per l’alto numero di bagnanti che l’assaltano ogni giorno.

La spiaggia di Cavoli

La Spiaggia di Cavoli isola d’Elba è una delle più famose dell’isola ed ha il vantaggio di essere vicina al centro, come a Marina di Campo.
Il parcheggio dove abbiamo lasciato la macchina è molto in salita, in una stradina stretta e sterrata, quindi adatta ai temerari del volante!

Spiaggia di Cavoli - spiaggia isola d'elba - © Simona Spinelli
Spiaggia di Cavoli – spiagge isola d’elba – © Simona Spinelli

Scherzi a parte, c’è la possibilità di scegliere tra questo parcheggio gratuito, che si trova sopra il lato destro della strada venendo da Marina di Campo, e altri a pagamento ben più vicini alla spiaggia.
Ovviamente, per parcheggiare in quest’ultimo, bisogna arrivare la mattina presto perché i posti, come sempre, non sono molti.
Considerate anche che la spiaggia libera, divisa in due spazi intervallati da uno stabilimento, è molto piccola, quindi conviene sempre andare presto.

La Spiaggia di Cavoli permette anche di accamparsi sugli scogli, nel caso in cui la spiaggia fosse occupata. Ovviamente, l’importante è avere a disposizione delle calzature adatte, meglio se le scarpette, ma noi non le avevamo e ci siamo adattati anche con le infradito. Un altro consiglio per gli amanti dello scoglio è quello di procurarsi una piccola tenda perché fissare l’ombrellone diventa un’impresa non da poco!

Spiagge di ciottoli Isola d’Elba

L’Isola d’Elba, oltre alle tradizionali spiagge di sabbia, presenta anche molte spiagge di ciottoli. Tra quelle che mi sono piaciute di più ci sono senza dubbio la spiaggia delle Ghiaie e la spiaggia di Capo Bianco, entrambe vicine a Portoferraio, e la spiaggia del Relitto.

Personalmente, di solito preferisco le spiagge di sabbia, soprattutto se è per una giornata intera, perché stare sdraiati tutto il giorno sui sassi non è proprio l’ideale per la schiena, però alcune di queste sono veramente spettacolari e valgono la pena.
Tra l’altro con i ciottoli si possono fare un sacco di attività divertenti, come far rimbalzare i sassi sulla superficie oppure sentirsi degli artisti componendo piccole sculture come questa!

Spiaggia le Ghiaie

Le Ghiaie Elba presenta il vantaggio di essere comoda perché il parcheggio è vicino ed è a due passi dal centro di Portoferraio.

Spiaggia Le Ghiaie Elba
Spiaggia Le Ghiaie Elba

La cosa che mi è rimasta più impressa della spiaggia delle Ghiaie, e per questo consiglio di portare la maschera e il boccaglio, e la quantità di pesci che nuotano a un metro dalla riva.
Per lo più sono occhiate, piccoli pesci chiari che creano uno sfavillante gioco di luci e di riflessi sulle onde.

Spiaggia di Capo Bianco

La Spiaggia di Capo Bianco è circondata da un’alta scogliera e si raggiunge attraverso una scalinata. I ciottoli sono bianchissimi e, inutile dirlo, l’acqua è da record.

Spiaggia Capo Bianco
Spiaggia Capo Bianco – © Simona Spinelli

Come ho già scritto, la tariffa del parcheggio è fissa e si può scegliere tra il pomeriggio o la giornata intera. Le spiagge delle Ghiaie e di Capo Bianco sono molto vicine ed è possibile visitarle entrambe in un’unica giornata (consiglio di vedere prima quella delle Ghiaie per via del parcheggio).

Capo Bianco spiagge isola d'elba - © Simona Spinelli

La Spiaggia del Relitto Elba

La spiaggia del Relitto la considero una piacevole scoperta perché la prima volta che sono stato all’isola non ne avevo sentito parlare e me l’ha consigliata un simpatico bagnino a Cavoli.

Come si può intuire dal nome, la spiaggia, situata all’estremo ovest dell’isola, è a 150 metri dal relitto di una nave completamente sommersa dall’acqua. Trovarla non è difficile perché si trova molto vicina ad un grande scoglio (oltre al fatto che in superficie ci sono sempre molti turisti che la vanno a visitare.

Il fondale è di 15 metri ma il punto di più alto è a circa 3 metri, quindi con due colpi di pinne è possibile anche sfiorarla, stando sempre attenti per via della ruggine! La spiaggia è probabilmente la più piccola dell’isola, è composta da soli scogli e quindi è consigliabile da vedere la sera.
Ad esempio, noi abbiamo passato la giornata a Cavoli e siamo andati al Relitto solo alle 19.00, quando non c’era più nessuno e a solo 1 ora dalla fine del pagamento del parchimetro.

Pratesi

Patresi, incastonata tra ripidi costoni, è costituita da ghiaie granitiche e dal fondale limpido, perfetto per gli amanti di snorkeling ed immersioni. Nelle giornate più limpide potete vedere in lontananza Capraia e le coste della Corsica. Io ho scelto di ammirare questo favoloso scenario al tramonto.
Secondo me questo è il momento migliore per godersi totalmente questo spettacolo.

Spiaggia di Sansone

Tra le più belle spiagge che ho visitato c’è la Spiaggia di Sansone a Portoferraio, nel versante Nord, lunga trecento metri e circondata da alte falesie bianche e da un’ampia varietà di rocce, grotte e anfratti.

È la spiaggia perfetta per chi non ama le spiagge troppo affollate e preferisce la natura incontaminata.
Per raggiungere la spiaggia ho percorso la provinciale Portoferraio-Enfola e dopo circa quattro chilometri e mezzo ho parcheggiato l’auto lungo la strada provinciale e ho poi proseguito a piedi lungo la stradina pedonale che porta ad un sentiero di circa quindici minuti che scende a mare.

Vi assicuro che la fatica necessaria per percorrere il sentiero verrà ripagata dall’incantevole spiaggia di ciottoli di ghiaia bianca. Non ho perso l’occasione per fare una indimenticabile escursione in canoa attraverso un grande faraglione.

Spiaggia della Padulella

Un’altra spiaggia bianca della costa nord di Portoferraio, a est della Punta di Capo Bianco, che vale la pena visitare, è la spiaggia della Padulella.
È caratterizzata dalla presenza di alte falesie bianche e da piccoli ciottoli bianchi levigati.
I fondali bassi creano delle piscine naturali dalle acque trasparenti.

Si può accedere alla spiaggia in due diversi punti. Arrivati alla spiaggia di Le Ghiaie, prendendo una stradina pedonale, si raggiunge la spiaggia dopo un breve tragitto a piedi durante il quale si ammira il bellissimo panorama circostante.

Per chi arriva in auto invece, sconsiglio questa via d’accesso a causa della mancanza di parcheggio. Proseguendo lungo la strada principale per altri duecento metri ci si ritrova davanti un ampio parcheggio a pagamento che ha un costo di dodici euro al giorno.
Questa spiaggia si trova nella zona di tutela biologica che va dalla Punta di Capo Bianco fino a Punta Falcone. E’ una spiaggia molto frequentata ed è in parte libera ed in parte ben attrezzata. Offre infatti numerosi servizi di ristorazione, bar, noleggio lettini, ombrelloni,pedalò, imbarcazioni. Ho approfittato per fare snorkeling e prendere il pedalò ma i prezzi sono un pò altini, quindici euro all’ora.

Spiagge con Scogliere

Per chi non ama la confusione e la folla rimarrete davvero incantati dalla bellezza delle baie rocciose e selvagge di Chiessi, Capo Sant’Andrea e Patresi, situate sulla costa occidentale dell’isola. Sono piccole spiagge, non molto facili da raggiungere ma che offrono davvero tanta tranquillità e relax.

Spiagia di Chiessi

Chiessi è caratterizzata una distesa di scogli di granito, ideale per fare fantastici tuffi. È formata da ghiaie di colore grigio chiaro e spettacolari fondali colorati ricchi di pesce.
Qui potete effettuare delle bellissime immersioni per scoprire la particolare fauna e la flora marina che la circonda.

Capo sant’Andrea

Capo Sant’Andrea presenta lisce rocce granitiche e acque dal colore turchese. Anche qui potete praticare attività subacquee immergendovi direttamente dalla spiaggia.

Vicino alla spiaggia c’è un ampio parcheggio con una ventina di posti liberi ed i restanti a pagamento con un costo di 1€ all’ora nel periodo tra 1 giugno e 15 settembre.

La scogliera scende subito in acque profonde quindi la acque cristalline e i fondali che scendono subito non la rendono adatta ai bambini.
Inoltre ricordatevi di portare un materassino che possa ridurre il fastidio degli scogli. infatti la scogliera sarebbe adatta a sdraiarsi, se non fosse per i minerali che vi sono incastonati che formano delle vere e proprie punte fastidiose che dovrete evitare sdraiandovi.

Pratesi

Patresi, incastonata tra ripidi costoni, è costituita da ghiaie granitiche e dal fondale limpido, perfetto per gli amanti di snorkeling ed immersioni. Nelle giornate più limpide potete vedere in lontananza Capraia e le coste della Corsica. Io ho scelto di ammirare questo favoloso scenario al tramonto.
Secondo me questo è il momento migliore per godersi totalmente questo spettacolo.


(Visitato 1.143 volte. Solo oggi ci sono state 5 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Condividi su telegram
Condividi su Telegram
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest
Condividi su pocket
Salva su Pocket
Condividi su email
condividi via email
Condividi su print
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice