Bagno Vignoni tra le terme più antiche della Toscana

Per raggiungere Bagno Vignoni percorro la strada per Siena provenendo da Firenze. Raggiungo la Via Cassia da Siena sempre in direzione sud e mi godo il panorama. Passato San Quirico d’Orcia il navigatore mi indica l’uscita per Bagno Vignoni.
Proprio così Bagno Vignoni non Bagni Vignone o Bagni Vignoni anche in passato era denominato come Bagni di Vignone o Bagni a Vignone. A sovrastare il piccolo paese medievale il castello di Vignoni risalente all’XI secolo.

Bagno Vignoni Val d’Orcia

Non è la prima volta che questo luogo della Val D’orcia, uno dei più magici a mio parere, mi vede presente. Mi piace venire qui perché si respira la storia, l’acqua termale è calda “al punto giusto” e anche perché ospita spesso eventi culturali.

Piazza delle Sorgenti

Un’acqua che fa davvero bene e lo sapevano bene i Romani e prima di loro gli Etruschi. Dopo di loro, provenienti un po’ da tutta Italia, sono stati tanti i personaggi famosi che hanno voluto godere di questa ricchezza termale che in Toscana ha un’offerta davvero ampia. Ma Bagno Vignoni terme ha del fascino in più.

Alberto Bagno Vignoni

La sua grande piscina di circa 50 metri nella piazza centrale, piazza delle Sorgenti, è stata costruita esattamente sopra la fonte usata dai romani. Quella che vediamo risale al Rinascimento ma l’effetto di questa grande vasca, in mezzo alle piccole case di pietra del paese, è unico. I capperi crescono sul muro di pietra della vasca e pare che anche loro godano del calore della fonte tanto sono ricchi di fiori.

Dove si trova Bagno Vignoni

Bagno Vignoni si trova nella splendida val d’Orcia e più precisamente è una frazione del comune di San Quirico d’Orcia.
Famoso per le sue terme che furono utilizzate fin dall’epoca Etrusca e poi romana. Le terme sono state frequentate da personaggi illustri nell’antichità come papa Pio II, Caterina da Siena, Lorenzo de’ Medici.

Lo splendido borgo in pietra

C’è sempre gente a Bagno Vignoni anche se è un paese molto piccolo, un gioiello di pietra contornato di verde e di salutari acque calde. Ovviamente in piazza non si può fare il bagno ma vicino, nel Parco dei Mulini, si può.

Borgo in pietra Bagnovignoni
Borgo in pietra Bagnovignoni – Photo credit: john weiss on Visualhunt.com / CC BY-NC-ND

Qui l’acqua è un po’ meno calda e il colore mi ricorda quella del Gorello di Saturnia ma qui c’è più spazio. Si trova vicino alla piazza (ci sono le indicazioni) basta fare una breve passeggiata. Personalmente preferisco la comodità delle piscine degli hotel. Una calda ospitalità anche giornaliera è assicurata perché viene fornito tutto l’occorrente, basta solo il costume, e i prezzi non sono altissimi come si può credere.

Le terme di Bagno Vignoni

L’acqua termale di Bagno Vignoni sgorga tra 49 e 52° la più calda di tutta la Toscana. Un’acqua ricca di bicarbonato, minerali, solfati che uniti al calore danno un senso di benessere incredibile. Benessere e cura quando esci la pelle è meravigliosa! Anche i muscoli ne trovano profondo giovamento, quindi se avete qualche contrattura questo è il posto giusto.
Il paese è talmente piccolo che si vede in poco tempo ma arrivare a Bagno Vignoni e non godere delle terme è una cosa da non fare. Terme e spa in Toscana ce ne sono ma il valore aggiunto di quest’acqua curativa è unico.

Terme romane Bagno Vignoni
Terme romane Bagno Vignoni – Photo credit: Visit Tuscany on Visual hunt / CC BY-NC-SA

C’è il lusso del 5 stelle Adler la catena di hotel in cui tutto è “perfettamente perfetto” (non ho provato quello di Bagno Vignoni ma quello di Ortisei sì e devo dire che è proprio così) ma anche il resort Hotel Le Terme, Hotel Posta Marcucci e il più vecchio, il Santa Caterina proprio vicino alla piazza. Da qui la Val d’Orcia con le sue bellezze offre qualcosa in più. Le spa della Val D’orcia.

Bagno Vignoni
(Visitato 12 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)

Articoli di viaggio correlati

Leggendo il post di viaggio sopra, potresti essere interessato a leggere altre cose
sulla destinazione, guarda i nostri suggerimenti in merito.

Iscriviti alla newsletter

Ti è piaciuto questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Condividi su telegram
Condividi su Telegram
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest
Condividi su pocket
Salva su Pocket
Condividi su email
condividi via email
Condividi su print
Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Indice