Durante uno dei miei numerosi viaggi in Provenza siamo andati alla scoperta delle Gole del Verdon, una spettacolare area situata nel dipartimento Provenza Alpi – Costa Azzurra.

Dal più elegante borgo francese alla scoperta di uno scenografico canyon

Avevo deciso di fare un viaggio romantico insieme alla mia compagna e dopo aver valutato alcune soluzioni, ci trovammo d’accordo per scoprire il Sud della Francia viaggiando in auto per godere di ogni possibile panorama.

La dolce Provenza, confesso, mi ha conquistato con i suoi tenui colori e con il piccolo ma colorato borgo di Valensole che molti hanno definito come uno dei più eleganti borghi di tutta la Francia.
Ho avuto la fortuna di andarci a fine giugno quando le piante di lavanda mostrano tutto il loro splendore soprattutto in quella zona che si chiama plateau de Valensole, dove i fiori evidenziano tutta la loro bellezza e le migliaia di sfumature delle quali sono capaci.

Pensavo che dopo aver visto le distese sconfinate di lavanda, le emozioni dal punto di vista naturalistico avessero raggiunto il loro apice, ma altre sorprese ci attendevano in questa regione meravigliosa a pochi chilometri dall’Italia.
Decisi a continuare il nostro viaggio esplorativo oltre a quanto già programmato e sentendo parlare delle Gole del Verdon, Ornella ed io abbiamo prolungato la nostra vacanza per andare a conoscere un’altra realtà del territorio provenzale.

Gole del Verdon - Canyon

Gole del Verdon – Canyon – Photo credit: Paolo Bertinetto on VisualHunt.com / CC BY-SA

Idea subito accettata anche per via della vicinanza con Valensole. Infatti, attraverso la Route Départementale 562, è stato possibile percorrere facilmente i quasi 130 chilometri, in sole due ore e mezzo per godere del paesaggio che stavamo attraversando.

Gole del Verdon, una meta di vacanze estive

Durante il soggiorno che avevo trascorso in giro per la Provenza, mi ero informato a proposito delle gole del Verdon, Gorge du Verdon in francese e grazie ad una serie di articoli recuperati in rete sapevo che queste sono formate dal fiume Verdon che dopo aver percorso meno di centottanta chilometri, confluiva in un altro fiume per sfociare poi nel mare.

Gole del Verdon dove si trovano

La zona del verdon si trova nel dipartimento Provenza Alpi – Costa Azzurra al confine col dipartimento del Var e delle Alpi di Alta Provenza. Questo territorio, millenni di anni fa, era praticamente occupato dalle acque e solo nel Terzario, si formò insieme alle Alpi.
Le gole costituite da coralli, fossili e calcare, si sono modellate nel corso dei millenni soprattutto durante l’era glaciale mentre l’erosione che ha formato le gole la si deve al continuo lavorio del fiume che, scendendo prepotentemente verso valle, è riuscito a scavare le alte pareti fino a tramutarle in vere e proprie gole degne di un canyon del Colorado.

Gole del Verdon in auto

Il modo perfetto per visitare le Gorge du Verdon è in auto, ma anche gli amanti delle due ruote potranno avere emozioni infinite percorrendo questa strada panoramica piena di curve da assaporare.
Mentre stavo guidando avvicinandomi alle gole, la sensazione dominante fu quella di scoprirmi sorpreso dall’incredibile vegetazione che potevo ammirare dalla strada panoramica: colori che andavano dal verde brillante delle piante, al color grigio delle rocce per essere incorniciati da un profondo celeste del cielo.
Il consiglio che posso dare al lettore è quello di visitare le gole del Verdon percorrendole con l’auto o con la moto sfruttando uno dei due percorsi capaci di ammaliare qualsiasi turista: quello della Strada del Nord, dove sono presenti tante aree dove sostare per apprezzare il suggestivo paesaggio oppure di imboccare la Corniche che si trova dalla parte meridionale del crepaccio.

Gole del Verdon cosa vedere

Dopo aver visitato per un paio di giorni le gole, posso suggerire che l’area più suggestiva è quella che si sviluppa tra Castellane e il Pont du Galetas che si trova sul lago di Sainte Croix.

Lago di Sainte Croix Francia

Lago di Sainte Croix Francia

Si tratta di una zona che può essere suddivisa in questo modo: il Canyon che va dal Pont de Galetas all’Imbut; le Gorges che dall’Imbut vanno fino a Pont de Soleils e le Prégorges che da Pont de Soleils arrivano fino a Castellane e quest’area fa parte del Parco naturale del Verdon.

Verdon un paradiso per sportivi

È bene sapere che le gole attirano soprattutto nella bella stagione, gli appassionati di sport acquatici e non solo a causa dal color verde smeraldo delle sue acque (caratteristica questa derivante dalla presenza di micro alghe) ma per via della configurazione del Verdon che rende possibile lo svolgere di molte attività.
Sul Verdon si può fare rafting, andare in canoa, vivere l’esperienza di torrentismo nei crepacci, fare il water rambling oppure, andare serenamente alla scoperta delle parti più calme utilizzando un pedalò.

Gorge du Verdon, le attività da fare

Oltre alle attività che riguardano gli sport che si praticano in acqua, le gole del Verdon sono altresì famose agli appassionati di free climbing e di arrampicata. Le pareti del canyon, infatti, offrono oltre 800 vie capaci di coprire ogni tipo di difficoltà e di arrampicata. La loro profondità parte da 250 metri fino ad arrivare a 700 e le location più frequentate sono il Paroi Rouge, il Baume aux Pigeons, l’Escalès e Dérobée.

Gole del Verdon Trekking

Anche chi ama il trekking troverà in questo luogo, dei sentieri davvero interessanti e organizzati, mediante i quali esplorare le gole del Verdon come quello scenografico GR4 che inizia a Point Sublime per arrivare all’entrata delle gole.

Trekking sul Verdon

Trekking sul Verdon – Photo credit: HerryB on Visual Hunt / CC BY-SA

Ovviamente se ti cimenti per la prima volta, ricordati di utilizzare un abbigliamento sportivo e delle scarpe adatte e di munirvi di una dettagliata cartina della zona e dei sentieri praticabili anche se, il mio suggerimento è quello di iniziare con il facile Couloir Samson che parte dal belvedere omonimo.
Io ho sperimentato il trekking e posso assicurare che è un modo per scoprire ogni lato nascosto di questa valle, incominciando dalla bella panoramica di insieme che si gode dall’alto e che, man mano che si scende verso la gola, scoprire ogni caratteristica della vegetazione presente.

Devi pensare che il tuo sentiero si dipanerà tra boschi che anticipano le alte pareti calcaree e quelle bianche di falesia, dove non sarà raro vedere qualche scalatore.

Visitare le Gorge du Verdon

Ho scelto di rimanere un paio di giorni dal momento che è stata una tappa aggiunta in corso di viaggio e non programmata ma una visita più approfondita è il suggerimento che ti posso dare.
Ci sono tantissimi paesini caratterizzati da un’architettura provenzale che paiono essere usciti da qualche dipinto ottocentesco come: La Palud sur Verdon (paradiso per gli appassionati di parapendio), le Castellane, Riez, Trigance, Moustiers Sainte Marie e Aiguines.

Circa l’offerta enogastronomica è possibile trovare quella genuina fatta con soli prodotti locali che vengono utilizzati per la preparazione di piatti della tradizione, ma anche quella Gourmet.
S può trovare un’ampia offerta di locali turistici dove si mangia badando anche al budget mantenendo la genuinità dei prodotti.

 

 

Iscriviti alla Newsletter
Ricevi le ultime novità direttamente nella tua email. Tanti consigli di viaggio ti aspettano!
Si, voglio iscrivermi!
No Grazie!
(Visitato 4.506 volte. Solo oggi ci sono state 1 visite a questo articolo)